Futura Food Network, l’innovativa rete d’imprese nel food service

In un mercato, quello del fuori casa, che è cresciuto costantemente, anche durante il decennio della crisi, cambiando radicalmente visioni e strategie, diventa indispensabile sviluppare nuove politiche di aggregazione tra le imprese distributrici. In Italia, infatti, è ancora troppo parcellizzato il settore per consentirne la necessaria evoluzione in termini di servizio.

Nasce da queste considerazioni l’innovativo progetto di rete d’imprese che ha portato, nei giorni scorsi, alla nascita di Futura Food Network: dodici aziende attive nel food service che hanno condiviso una strategia di mercato, attraverso quello che è stato definito uno scambio guidato esperienziale formativo.

In cosa consiste questo percorso lo racconta Franco Gialdini, presidente di Futura Food Network: “Una visione comune è quella che sta alla base della nostra rete d’imprese: la consapevolezza che oggi, per affrontare un mercato complesso e articolato come quello del fuori casa è necessario condividere le diverse esperienze ed essere portatori di solidità, economica e finanziaria ma anche culturale. Le aziende che hanno aderito, fin dalle prime battute, hanno tutte un vissuto di conoscenza del mercato che, portato a sintesi, ci mette in condizioni di essere, fin d’ora, competitivi e fortemente dinamici. Nonostante questo abbiamo delineato un percorso che vede, prima di ogni altra azione, un investimento nella formazione”.
S.E.GUI., acronimo di Scambio Esperienziale Guidato, è il fil rouge delineato da Mauro Entradi, consulente della rete d’imprese, che accompagna la crescita di Futura Food Network: incontri tra gli operatori sulle diverse tematiche che riguardano la filiera del fuori casa: incentivazione della forza vendita, scenari dei mercati alimentari, evoluzione della logistica, strategie di comunicazione e marketing, sono alcuni dei temi di confronto e condivisione di Futura Food Network.
In un secondo tempo subentreranno le relazioni verso l’industria e la ristorazione organizzata, con l’obiettivo di sviluppare strategie volte a ottenere sinergie a favore di tutti i partecipanti della rete sulle attività gestionali, commerciali, logistiche, anche attraverso la condivisione dei processi aziendali.

All’atto fondativo di Futura Food Network hanno concorso le seguenti imprese di distribuzione nel food service: Amelia 3 di Amelia (TR), Bergel+ di Zanica (BG), Cecioni Catering di Calenzano (FI), Famiglia Cooperativa Pinzolo di Pinzolo (TN), F.lli Tondini di Cavriana (MN), Foppa di Egna (BZ), GP Food di Ponte Buggianse (PT), Madia di San Quirino (PN), Marchi SPA di Romano d’Ezzelino (VI), RZ Service di Corte Franca (BS). Altre due hanno già confermato la propria adesione: Nigro Catering di Modica (RG) e Sapori di Toscana di Monteriggioni (SI).
Il neoeletto consiglio d’amministrazione è composto da: Franco Gialdini (presidente), Peter Foppa (vice-presidente), Alessandro Piazza, Michael Caldara, Federico Posati.