I Tortelli di Zucca

Sono uno dei piatti più rappresentativi della cucina italiana, ma soprattutto una delle preparazioni che più identificano la tradizione culinaria mantovana. Per noi i tortelli di zucca rappresentano il piatto di congiunzione tra passato e presente, una pietanza intramontabile!

Se indaghiamo la loro storia apprendiamo che la ricetta, come tantissime altre della tradizione, nasce dalla necessità di massaie e casalinghe di riciclare gli avanzi. Ecco spiegato l’accostamento così azzardato, che vede il dolce intrecciarsi al salato e al piccante, la zucca con la mostarda, gli amaretti e al Parmigiano Reggiano. Questo difficilissimo equilibrio di sapori e la loro elegante forma nasconde, in realtà, duqnue, un cibo magro, che per tradizione viene consumato come primo piatto del venerdì e della cena della Vigilia di Natale.

Noi mantovani sappiamo come devono essere: preparati con gli ingredienti tipici e genuini del nostro territorio, rispettando tempi, modi e pratiche consolidate.  Non c’è altra mostarda se non la nostra, quella di mele o pere di cui vi abbiamo (ve la raccontiamo qui), che può essere impiegata nella preparazione: per il suo piccante così peculiare, che dona una sferzata in bocca, si sposa perfettamente al dolce della zucca, al gusto degli amaretti e alla sapidità del formaggio.

Sebbene queste siano le norme, insindacabili, per preparare il tortello di zucca mantovano, non abbiamo riportato alcuna ricetta, per il momento. Vogliamo prima leggere le vostre!

 

Foto dei tortelli di zucca del Ristorante tristellato Dal Pescatore della famiglia Santini, tratta da winedharma.com