L’ Aceto Balsamico di Modena IGP

Come riconoscere se un aceto è un Aceto Balsamico IGP?

(Al di là della consultazione dell’etichetta…) Semplice, affidandoti a noi!
Come per tutte le referenze, selezioniamo e testiamo costantemente i prodotti presenti sul mercato prima di inserirli nel nostro assortimento. Oggi abbiamo scelto di proporvi, tra i vari, l’Aceto Balsamico di Modena IGP di Wiberg: un prodotto gradevole ed equilibrato, con una nota agrodolce caratteristica, ideale per insalate classiche e per rifinire arrosti all’agro, selvaggina e interiora.

Il prodotto
Andiamo nel dettaglio.
Sapete cosa distingue un Aceto Balsamico di Modena IGP da altre varianti di aceto?

L’Aceto Balsamico di Modena IGP è un prodotto che viene realizzato esclusivamente nella province di Modena e Reggio Emilia da mosto d’uva parzialmente fermentato e ispessito mediante cottura e concentrato, al quale viene aggiunta una parte di aceto invecchiato almeno dieci anni e almeno il 10% di aceto di vino puro.

Se poi vogliamo essere ancora più precisi, la IGP all’Aceto Balsamico di Modena è riservata solo per gli aceti che presentino le seguenti caratteristiche:

  • aspetto limpido e brillante;
  • colore bruno e intenso;
  • sapore agrodolce ed equilibrato;
  • odore leggermente acetico e delicato, durevole, con eventuali note legnose;
  • densità a 20°C non inferiore a 1,06 per il prodotto affinato;
  • gradazione alcolica effettiva non superiore a 1,5% vol.;
  • acidità totale minima 6%;
  • anidride solforosa totale: massimo 100 mg/l;
  • ceneri: minimo 2,5 per mille;
  • estratto secco netto: minimo 30 gr/l;
  • zuccheri riduttori: minimo 110 gr/l.

In cucina l’Aceto Balsamico di Modena IGP può trovare posto in moltissimi piatti, sia salati che nel dolci, a crudo o in riduzione, con la carne e con il pesce, con la frutta e la verdura.
Vogliamo sapere fino a dove si spinge la vostra creatività! Inviateci la vostra ricetta a info@tondirsrl.it e per info sulle forniture prodotto contattateci.